Marina Salamon

Classe 1958, cresciuta a Milano, negli anni del liceo studia in Francia e in Gran Bretagna. Rientrata in Italia, prosegue gli studi all’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove si specializza in storia economica e sociale, sognando un futuro da ricercatrice o giornalista. Invece, a soli 24 anni diventa imprenditrice.

Fonda Altana, che produce abbigliamento per bambini nel segmento luxury fashion. Tra i marchi più noti prodotti dall’azienda ci sono Gucci, Moschino e Dondup. Dal 1985 al 2001 è inoltre azionista di Replay Jeans. Nel 1991 acquisisce il controllo di Doxa, la prima società italiana di ricerche di mercato. Oggi fanno capo a Doxa Duepuntozero, attiva in ricerche online, Doxapharma, specializzata in indagini farmaceutiche, e Connexia, web agency leader nelle digital p.r. e nella comunicazione multicanale. Nel 2014 diventa azionista di maggioranza di Save The Duck, primo produttore di piumini animal free. Tutte le società di Marina Salamon fanno capo alla sua holding di partecipazioni Alchimia Spa, controllata al 100%, e inclusa nel report Mediobanca tra le 180 aziende leader in Italia. Alchimia Spa opera anche nella compravendita e gestione immobiliare. È azionista e consigliere di Banca  Ifis, specializzata nel factoring e nel web banking e quotata alla Borsa Italiana nel segmento Star, vicepresidente di Illycaffè, nonché consigliere di Morellato Spa. Nel 1992 vince il Premio Bellisario, a cui seguono diversi altri riconoscimenti legati alla sua attività imprenditoriale (e non solo). Sul piano dell’impegno politico, ha fatto parte della giunta comunale di Venezia negli anni 1993-95, al fianco del sindaco Massimo Cacciari. Per oltre un decennio è anche consigliere nazionale del WWF, e sostiene da sempre diverse associazioni benefiche dedicando parte del suo tempo al settore non profit. Nel 2012 fonda Web Of Life, che racchiude i principali progetti di charity da lei sostenuti. Inoltre, tutte le aziende che fanno capo ad Alchimia Spa destinano annualmente parte dei propri profitti a progetti di beneficenza. Ha una grande famiglia: un marito, 4 figli maschi e 6 cani adottati dai canili. Ha avuto in affido due ragazze. Oltre ai bambini, ama molto gli animali, la natura e lo studio, motivo che l’ha spinta a iscriversi alla facoltà di teologia, cui si dedica studiando la sera.

Il motto di Marina è: The best is yet to be!

Social Share